Già da tempo la prima cosa che si chiede quando si giunge ad una nuova destinazione non è un bicchier d’acqua, bensì la password Wifi. Per la gioia dei nostri viaggiatori, in Argentina il Wifi è gratuito in molti luoghi, quindi rimanere connessi a Internet non sarà in genere un problema. Un’altra opzione per avere sempre connessione a Internet, è munirsi di una scheda telefonica nazionale all’arrivo. Non è difficile da ottenere, bisogna solo conoscere alcuni dettagli. Sappiamo che la tua mente in questo momento starà pensando: “Fantastico! E come posso ottenerla?”. Semplice, in questo articolo ti spieghiamo come.

Morbi vitae purus dictum, ultrices tellus in, gravida lectus.

AUTORE

Argentina on the go

CATEGORIA

Attività

PUBBLICATO

Gennaio 28, 2021

SOCIAL

argentinaonthego

Connessione Wifi in Argentina: dove trovarla?

Bar, caffè e corrente elettrica

È

la preferita dagli argentini quando utilizzano il cellulare, perché in questo modo si risparmiano i dati. Oggigiorno tutti i bar, caffetterie e ristoranti hanno il Wifi gratuito a disposizione dei clienti. È un modo per attrarli e fidelizzarli con il tempo. “Mi daresti la password?” è la prima cosa che si chiede, ancor prima di fare l’ordinazione. Molti argentini utilizzano le caffetterie come “uffici” – per lavorare o studiare – e di solito le persone tengono molto in conto la qualità del servizio (e quella del caffè!). Se desideri assicurarti che il bar o il ristorante in cui andrai abbia il il Wifi gratis, devi solo cercarne il logo sulla porta d’ingresso i su una delle vetrine principali.

Altra cosa importante che devi sapere è il tipo di presa elettrica che ti serve per collegare qualsiasi dispositivo alla rete elettrica argentina (cellulari, tablet, notebook, ecc.). La nostra rete è 220V, 50Hz e le prese elettriche sono fatte in questo modo:

Se hai bisogno di un adattatore, è molto facile da trovare. Li vendono ovviamente nei negozi dell’aeroporto (anche se da quelle parti lo pagherai probabilmente di più), altrimenti puoi acquistarlo in città, nei negozi di ferramenta o anche in strada, specialmente in centro.

Piazze e luoghi pubblici

In Argentina ci sono 40 luoghi pubblici da dove è possibile collegarsi gratis a Internet, se il tuo telefono ha l’accesso Wifi. Per connetterti devi accedere alla rete denominata “Gobierno de la Ciudad”, que ti porterà ad una home page dove ci sono le condizioni generali di servizio, informazioni sulla copertura dell’area – in genere 100 metri di radio con una larghezza di banda di 3 Mbps – e sulla zona in cui ti trovi: eventi culturali, trasporti, organismi specifici. Non vi è limite d’uso, e anche se a volte la connessione è lenta, generalmente funziona abbastanza bene, quantomeno per collegarsi e controllare informazioni. Dato che si tratta comunque di una rete pubblica, ti diamo alcuni consigli per la  sicurezza di cui tener conto:

Cerca di navigare solo in pagine che inizino con “https://” e usa un antivirus o Firewall, se possibile.
Disattiva la sincronizzazione di file, vale a dire che quando ti colleghi e il tuo gmail si sincronizza con il tuo Google Calendar, disattivalo andando sulle “Impostazioni Generali” del tuo dispositivo.
Non effettuare alcun tipo di operazione bancaria o altre che implichino l’accesso ad un qualsiasi contenuto importante.
Per assicurarti la qualità del segnale, non muoverti dal punto in cui ti sei connessa/o.

Qui potrai vedere quali sono i punti pubblici d’accesso. Tra di essi ci sono alcuni dei luoghi più turistici di Buenos Aires che certamente visiterai: Plaza de Mayo, dove si trova la Casa Rosada, il Caminito nel quartiere de La Boca, e il Jardín Botánico nel quartiere di Palermo. Ti raccomandiamo di scaricare la mappa Wifi in pdf (che troverai alla fine del documento posto in link) e conservarla nel tuo cellulare, per tenerla a portata di mano durante il viaggio.

Aeroporti

Da due anni è obbligatoria la concessione di un servizio Wifi gratuito nella maggior parte degli aeroporti del Paese. Tra di essi: i due di Buenos Aires, Aeropuerto Internacional Ministro Pistarini (meglio conosciuto come “Ezeiza”) e Aeroparque Jorge Newbery (o “Aeroparque”), quelli di Puerto Iguazù, Puerto Madryn, Bariloche, Mendoza e Salta (tra i vari). In tutti questi puoi collegarti per un’ora e in seguito riconnetterti tutte le volte che desideri, senza limite. Il servizio è disponibile 24 ore su 24 per tutto l’anno, e la comunicazione è cifrata, ossia protetta. Per questo al momento di collegarti alla rete, denominata “Wifi free + nome dell’aeroporto”, dovrai accettare la “Politica di Privacidad y los Términos y Condiciones” (Politica della Privacy e Termini e Condizioni), e poi potrai navigare. Il sito web a cui accederai sarà disponibile in inglese, portoghese e spagnolo. Il fornitore di servizi non può chiederti informazioni personali, né conservare qualsiasi contenuto derivato dalla tua utilizzazione del servizio. Ha anche l’obbligo di garantire la qualità della connessione, anche nelle ore “clou”, di modo che non dovresti avere problemi a collegarti ad Internet in nessun momento. Le zone garantite per collegarti sono le aree pubbliche e la “zona sterile” dello stazionamento dei passeggeri, vale a dire dove ci si siede ad aspettare il volo dopo aver passato i controlli di sicurezza. Gli unici aeroporti in cui questo servizio non è garantito per Legge sono quelli di Calafate, Ushuaia e Neuquén.

SIM card Nazionale

Cos’è una SIM card?

La SIM card è un “chip” che abbiamo tutti nel nostro cellulare e che serve per collegare l’operatore telefonico agli utenti per offrire loro il servizio acquistato, incluso l’accesso a Internet. Al tuo arrivo in Argentina potrai acquistare una SIM card per accedere al servizio di un fornitore nazionale. Prima, però, devi tenere conto di due cose:

1. Oggigiorno esistono diverse dimensioni: micro (dimensioni standard), mini e nano. Al momento di acquistare una SIM per collegarti ad Internet con un operatore locale, dovrai verificare che misure usa il tuo cellulare.

2. Il tuo telefono dev’essere sbloccato per poter introdurre una SIM card straniera.

3. Forse il tuo cellulare è Dual Sim, vale a dire che puoi inserire una seconda SIM senza bisogno di rimuovere quella del tuo Paese d’origine. Il sistema non cambia in nulla, è solo una comodità in più.

Dove posso trovarla?

Hai poi altre due scelte:

  • Andare ad una delle sedi centrali Personal o quella compagnia – Claro o Movistar – che si trovano in centro. Anche lì puoi acquistare una SIM e caricare il credito che desideri. Si trovano in genere nella zona definita “Microcentro” (vicino Plaza de Mayo, dove si trova la Casa del Governo), in una conosciutissima strada pedonale chiamata Calle Florida. Questa strada la visitano in molti, soprattutto per vedere le Galerías Pacífico e i dipinti che ricoprono le sue cupole interne. Sbocca in Plaza San Martín, nel quartiere di Retiro, da dove si può ammirare la Torre Monumentale – o “Torre degli Inglesi” – e l’Edificio Kavanagh.
  • In tutta la città ci sono piccoli negozi chiamati Kioscos – dove si comprano sigarette e caramelle – nei quali puoi comprare anche una SIM card.Costa più o meno tra i $20 e i $30, e non viene installata da chi te la vende. Inoltre la ricarica è manuale, vale a dire che devi comprare un’altra carta, che può avere differenti ricariche: $30, $50, $100, ecc., raschiarla per accedere al codice e immetterlo. Una volta terminato il credito, devi ricomprarne un’altra per continuare a usare il servizio. Si tratta forse dell’opzione meno comoda.